IER’ANCORA

Ier’ancora
Avevo vent’anni.
Avevo troppo tempo
E godutò la vita
Come si gode l’amore.
E ho vissuto di notte
Senza pensare ai miei giorni
Che sparivano nel tempo.


Avevo abbastanza progetti
Ma rimaneva con quello,
Ho sperato molto
Ma tutto svaniva in fumo.
Così sono rimasto
Non sapendo dove andare,
Occhi fissi in lontananza,
Il cuore pesante.

Ier’ancora
Avevo vent’anni.
Sprecavo il mio tempo.
Volevo fermarlo
Per tenerlo,
Perfino per essere avanti.
Sono corso oltre me stesso
Finché non rimasi senza fiato.

Dimenticando il passato,
Ignorando il futuro.
Così sempre evitatando
Altre opinioni.
Dando le mie
Come consigli ben intenzionati,
Presuntuoso
E saccentuoso.

Ier’ancora
Avevo vent’anni.
Ho perduto il mio tempo
Alle cose stupide
Del quale non mi resta niente
di qualsiasi valore.
Ora mi resta solo delle rughe
E la paura della noia.

Perché i miei amori sono morti
Prima che fiorissero.
Gli amici se ne sono andati
Per una volta per tutte.
Per colpa mia c’è
Vuoto intorno a me
E ho sprecato la mia vita
E gli anni della mia giovinezza.

Del buono e del cattivo
Ho sprecato il buono
Con un sorriso stretto
E lacrime ghiacciate.
Dov’è adesso
Il tempo di miei vent’anni?

Charles Aznavour : Hier Encore.
GKC 2022.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s